Cacao, sostituto del caffè

Cacao, sostituto del caffè

Di solito associato con un libro aperto e relax serale sul divano. La sua stagione è il tardo autunno o l'inverno rigido, un momento in cui il sol guardare fuori dalla finestra ci scoraggia ad uscire di casa. Il vapore che esce dalla tazza dona un'atmosfera speciale in ogni situazione

Ci sono alcuni alimenti che non hanno bisogno di pubblicità. Uno di questi è senza dubbio la delicatezza del cacao non solo simpatizzato dai più piccoli ma anche molti adulti che davanti a una tazza di caffè malsano aggiungono un po' di chocolatl,, per usare una parola presa dalla lingua degli antichi Aztechi. Il cacao fornisce al corpo con molte vitamine preziose come il magnesio, cromo, ferro, manganese e zinco. Pertanto, vale la pena di incorporarli nella tua dieta quotidiana.

Come nasce?

Con la forza dell'immaginazione, trasportiamoci per un attimo nel clima caldo del Centro e Sud America, dove la flora suggestiva è rappresentata non solo da palme, banani o filodendro, ma anche - il cacao. Per immaginare il cacao non dobbiamo sforzare troppo la nostra immaginazione. Egli ricorda da molti alberi comuni in Europa, tranne per alcuni dettagli. La differenza è determinata dalle caratteristiche foglie fusiformi, il colore giallo dei fiori e i frutti ovali con una lunghezza di 20-30 cm. Nel frutto si trovano decine di semi ricoperti da una sostanza gelatinosa bianca. Questi sono i chicchi che arrivano nelle fabbriche, che vengono poi essiccati, torrefatti, ordinati per tipo e successivamente macinati. Dalla sospensione risultante dopo la macinazione viene isolato il cacao in polvere e viene creato il burro di cacao. Sia l'uno che l'altro arrivano poi in confezioni colorati sugli scaffali dei negozi.

Un po'di storia

La storia di questa pregiata bevanda risale a molto tempo fa. Ha allietato cerimonie e feste religiose degli antichi Maya e gli Aztechi. Grazie alle sue proprietà stimolanti, i danzatori si muovevano con più energie e con estasi negli occhi con tonalità vivaci. I chicchi di cacao, sono stati associati alla valuta monetaria in circolazione, e altri beni commerciabili sono strumento prezioso di pagamento.

Gli europei devono la la possibilità di dilettarsi con il cacao a Colombo, che ha trovato abbastanza spazio a bordo per il trasporto dei semi di cacao dalle misteriose terre del nuovo continente fino a casa. Gli spagnoli furono i primi a sviluppare il gusto per la nuova rarità. I residenti di altri paesi europei, invece, solo nel XVII secolo hanno seguito il loro esempio e hanno aperto la strada all bevanda per il successo mondiale.

Perchè è importante bere il cacao?

Il cacao ha un effetto positivo sulla concentrazione, allevia lo stress e migliora l'umore. Esso contiene antiossidanti che proteggono il corpo contro i virus, malattie della pelle e lesioni tumorali. Aiuta anche lo stomaco e l'intestino. Si tratta di un ottimo mezzo per contrastare la stanchezza, che consiste nel contenuto nel suo valore nutrizionale di due alcaloidi stimolanti: teobromina e caffeina. Forse è per questo che lo beviamo più volentieri la sera?