Filo di Scozia: alleato per la salute

Filo di Scozia: alleato per la salute

Quando si parla di Filo di Scozia si fa riferimento ad un prodotto della filatura di una fibra, utilizzato anche per la maglieria, molto rinomato per l'elevato prestigio in quanto è realizzato in cotone mercerizzato.

Si tratta di una tipologia di filato, a due o più di due capi ritorti, caratterizzati da un'estrema lucentezza che ricorda molto quella della seta. Il Filo di Scozia viene ricavato dalle più pregiate fibre di cotone, le quali vengono sottoposte ad un processo di mercerizzazione effettuato a bassa temperatura. La principale azienda presente al mondo produttrice di questa materia così preziosa è la J&P Coats, fabbrica che si trova a Paisley vicino al fiume White Cart situato vicino la città di Glasgow, la quale è diventata solo nel diciannovesimo secolo la più importante del mondo.

Il Filo di Scozia viene così denominato perché il processo di mercerizzazione del cotone a tiglio lungo venne effettuato, con successo, per la prima volta in Scozia all'interno della fabbrica J&P Coats di Paisley. Questo nonostante il fatto che il cotone che viene impiegato per dare vita al Filo di Scozia, non sia adatto per essere coltivato in questa terra così umida e gelida. Inoltre il cotone impiegato può trovarsi non solo sulle rive del fiume Nilo, in Egitto, ma anche in altre terre come il Sudan ed il Perù. Pertanto il Filo di Scozia, di scozzese, presenta solamente il particolare tipo di lavorazione della materia prima. Quest'ultima prende il nome dal suo creatore, di origine britannica, John Mercer ovvero un chimico e metodico della composizione delle fibre tessili.
La definizione giusta è Filo di Scozia così come il marchio, che è stato successivamente depositato presenta la medesima denominazione, anche se la denominazione originale è Lisle Cotton Yarn.

Si tratta di una materia prima molto pregiata preferita non solo dalle donne, le quali spesso e volentieri, lo scelgono come tessuto principale per il proprio intimo insieme o come valida alternativa alla seta, ma anche dagli uomini. Per questi ultimi, infatti, il Filo di Scozia rappresenta uno dei principali trend di questo anno e tanti sono i capi realizzati con questo particolare materiale: calze, pigiami e boxer primi su tutto. Esso viene definito come un tessuto principesco per eccellenza per quanto riguarda l'intimo maschile/femminile ed i capi di vestiario in generale. Il tutto per un risultato raffinato, sofisticato, che dona una sensazione di assoluta freschezza senza dimenticare la qualità ed il pregio di cui questa particolare fibra tessile gode in tutto il mondo.

Possiamo dire che l'utilizzo del Filo di Scozia è consigliabile non solo per il pregio e l'alta qualità che esso offre, ma anche per le particolari proprietà e caratteristiche relative alla salvaguardia della salute che esso presenta. Oltre ad essere molto resistente, sottoponibile quindi ad un numero maggiore di lavaggi senza che si sciupi, esso possiede elevate qualità traspiranti. Inoltre è un tessuto antiallergico ed antibatterico, inibisce pertanto l'insorgenza di eventuali allergie ed il proliferare di batteri. Questa pregiata fibra tessile presenta un'altra importantissima caratteristica ovvero la capacità di assorbire, meglio di come farebbe l'altro tipo di cotone più utilizzato in generale, la comune traspirazione della pelle del nostro corpo.
Per tutte le caratteristiche sopraelencate il Filo di Scozia è consigliatissimo a tutti coloro che vogliono preservare la propria salute senza rinunciare alla comodità, all'eleganza ed alla raffinatezza che questo tessuto comporta.