Le lenticchie come non le conosciamo

Le lenticchie come non le conosciamo

Nella cucina italiana non sono popolarissime. Tranne se parliamo della cucina vegetariana. Ma è incredibile anche come sostituto della carne. Ma in unione ad essa va bene lo stesso.

La lenticchia è un legume. Fa parte quindi della stessa famiglia, della soia, piselli e fagioli. Stranamente, anche se più accessibile rispetto a quest'ultimi (prima della cottura di solito non hanno bisogno di ammollo), non gode di grande popolarità nella cucina italiana. Mentre per i cechi la questione è diversa. Le lenticchie sono il loro piatto base chiamato Čočková polévka s - una tradizionale, di spessore, zuppa con l'aggiunta di salsicce. Le lenticchie più frequentemente le troviamo sui piatti orientali. Se ne nutrono gli indiani, che usano il curry nel condimento dei vegetali, e la loro idea classica in cui usare le lenticchie è il dhal, arricchito da fagioli mung e garam masala. E' presente anche nel Maghreb e nel Medio Oriente, dove spesso si verifica in concomitanza con la carne bovina e ovina. Gli egiziani preparano le lenticchie in un brodo di pollame, cipolla, aglio, cumino e coriandolo. Tale zuppa viene servita calda con pane pita e acqua con succo di limone.
 

Così, nelle cucine del mondo le lenticchie compare sia nelle pietanze a base di carne che vegetali. Si aggiunge alle insalate, zuppe, stufati e curry. Usata per fare hamburger vegetariani, ripieni per crocchette e gnocchi, e anche un sostituto per il caviale. Il 9% della composizione delle lenticchie è ben assorbito, ma purtroppo manca di proteine. Tuttavia, affinchè la composizione di aminoacidi in un pasto a base di lenticchie sia completa (se si rinuncia alla carne), basta aggiungere ad essa cereali, pane, polenta o riso.


Oltre alle proteine le lenticchie contengono molti minerali. Dominano magnesio, ferro, fosforo, zinco e potassio. Oltre alla ricchezza di acido folico e fibre. Sono adatte per le donne incinte, diabetici, persone che seguono una dieta e anemici. Grazie al loro basso indice glicemico, le lenticchie saziano per un lungo periodo di tempo, mentre stabilizzano anche i livelli di zucchero nel sangue. Sono a basso contenuto di calorie - 100 grammi di lenticchie sono poco più di 100 calorie.
Abbiamo diverse varietà di lenticchie, con gusto e uso leggermente diverso. Il modo più semplice è cucinare le lenticchie, rosse e gialle, anche se si ammorbidiscono rapidamente. Per questo motivo, la maggior parte di loro sono usate per zuppe dense. La lenticchia marrone è semplicemente una variante della rossa senza guscio. Il sapore è simile, ma contiene più minerali. Queste dovrebbe semplicemente essere messe a mollo (circa mezz'ora), e poi immergerle in acqua bollente. Come quella verde dopo la cottura è fluida ed è adatta per gli stufati, gnocchi, una varietà di ripieni e hamburger, così come per le insalate. Eccezionali sono le lenticchie nere (beluga), che con la cottura ricordano il caviale beluga. Abbiamo anche le lenticchie verdi di derivazione francese du Puy, considerata la più gustosa del mondo. I suoi buongustai sono soprattutto i residenti della Auvergne e Midi, dove le lenticchie du Puy sono una delle specialità più importanti.