Smettere di russare ci rende più belli

Smettere di  russare ci  rende più belli

Un'adeguata terapia delle apnee notturne migliora l'aspetto del volto.

Quando si russa anche l'aspetto del volto ne paga le conseguenze. Fronte gonfia e arrossamenti sono infatti un problema comune per chi soffre di apnee ostruttive del sonno, un problema che bloccando le prime vie aeree porta proprio al russamento. A svelarlo è uno studio pubblicato da Ronald Chervin e colleghi dell'Università del Michigan di Ann Arbor (Stati Uniti) sul Journal of Clinical Sleep Medicine, secondo i cui risultati seguire una terapia adeguata permette di riacquistare un aspetto più giovanile e più attraente.
 
Chervin e colleghi hanno chiesto a 22 individui tra personale medico e volontari di valutare fotografie 3D ad alta definizione del volto di 20 pazienti affetti da apnee notturne ostruttive scattate prima e dopo una terapia (la ventilazione a pressione positiva continua o Cpap). Dopo il trattamento il 68% valutatori ha giudicato i volti più vigili, il 67% più attraenti e il 64% più giovanili. Un'analisi condotta con un apposito programma informatico ha invece svelato ai ricercatori che la terapia riduce sia il gonfiore della fronte, sia gli arrossamenti del volto.
 
Secondo Chervin questi effetti “potrebbero aiutare a convincere i pazienti ad utilizzare i loro apparecchi per la Cpap tutte le notti”. Infatti, come ha sottolineato il ricercatore, “questi risultati dimostrano che l'impressione soggettiva di molto personale medico, cioè che i loro pazienti sembrino più vigili e a volte più giovani sopo il trattamento per le apnee ostruttive del sonno, può essere qualcosa di percepito anche da molte altre persone”.

Fonta dell'articolo