Varicella negli adulti

Varicella negli adulti

La varicella è una malattia molto contagiosa e spesso si verifica durante l'infanzia, ma può colpire anche gli adulti che da bambini non l'hanno avuta. Inoltre, nel caso degli adulti, lo sviluppo del vaiolo, nonché altre malattie infantili, può essere molto più grave.

Responsabile dell'infezione è l' herpesvirus VZV trasmesso per via liquida , che dopo la malattia rimane latente nei gangli nervosi. Nella maggior parte dei casi, la presenza della varicella porta alla immunizzazione contro la malattia in futuro, tuttavia, un organismo immunocompromesso può ancora essere attaccato dalla malattia, che spesso in relazione adulta assume la forma di herpes - la varicella e herpes sono causati infatti dallo stesso tipo di virus. In particolare tipo pericoloso è quello chiamato herpes oculare, in cui viene attaccato il nervo trigemino, tra cui il nervo ottico, e che può portare a danni dei muscoli oculari e disturbi visivi.

I contatti con persone affette da varicella o herpes dovrebbero essere evitati, soprattutto dalle donne in stato di gravidanza. Interessate in questo caso, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza può portare alla morte fetale o malformazioni gravi. Allo stesso gruppo della varicella o herpes appartiene anche il citomegalovirus anche pericoloso per il feto, e peggio - si estende generalmente asintomaticamente. Se compiono sintomi, di solito non specifici, che possono essere un segno di altre malattie, come ad esempio: temperatura elevata, affaticamento, mal di testa e dolori muscolari o gonfiore dei linfonodi.

La varicella negli adulti può anche significare conseguenze pericolose come la polmonite, a volte con corso molto intensivo. Possono verificarsi anche casi di conseguenze cardiache - perché alcuni pazienti sviluppano infiammazioni del miocardio - o alle articolazioni. Effetti gravi possono avere un'infezione del sistema nervoso sotto forma di meningite o encefalite.